La Papa Giovanni XXIII aderisce a “io accolgo” e per il 20 giugno promuove il film “Paese Nostro”

20 Giu La Papa Giovanni XXIII aderisce a “io accolgo” e per il 20 giugno promuove il film “Paese Nostro”

Anche il Centro Sociale Papa Giovanni XXIII è fra le organizzazioni che partecipano alla campagna “io accolgo”.

Il CNCA, a cui la Papa Giovanni aderisce da sempre, insieme ad oltre 40 organizzazioni della società civile ha lanciato la campagna “io accolgo” che  vuole dare la visibilità che meritano a tutte quelle esperienze diffuse di solidarietà che contraddistinguono il nostro Paese: dalle famiglie che ospitano stranieri che non hanno più un ricovero alle associazioni che organizzano corridoi umanitari per entrare nel nostro Paese, dai tanti sportelli legali e associazioni di giuristi che forniscono gratuitamente informazioni e assistenza ai migranti, a chi apre ambulatori in cui ricevere assistenza sanitaria gratuita, a chi coopera a livello internazionale per accompagnare le migrazioni forzate e ridurre l’insicurezza umana nei paesi di origine e transito. Centinaia di esperienze diverse che la Campagna vuole mettere in rete, perché vengano condivise e riprodotte, perché finalmente vengano conosciute, se ne dia notizia, l’opinione pubblica ne prenda consapevolezza.

È quella parte grande del nostro Paese – singoli cittadini e cittadine, nuclei familiari, enti locali, studenti, insegnanti, organizzazioni nazionali e territoriali, laiche e religiose – che non si arrende alla barbarie di un mondo fondato sull’odio e sulla paura, che crede nei principi della Costituzione, dei diritti uguali per tutti, della solidarietà. Soggetti che quotidianamente agiscono per mitigare i danni di una legislazione, di politiche e di comportamenti istituzionali che condannano i migranti a morire in mare, che chiudono i porti, che cancellano esperienze di accoglienza, come gli Sprar, gettando per strada migliaia di richiedenti asilo e rifugiati, anche vulnerabili, privati così della loro dignità e del diritto ad accedere ai servizi sociali.

La Campagna prevede anche iniziative di mobilitazione, per aprire vertenze che inducano le Istituzioni ad assumersi la responsabilità dell’accoglienza e dell’integrazione, cancellando le scelte discriminatorie e contrastando gli effetti perversi del Decreto sicurezza bis, ancora più repressivo del precedente, sia sul fronte dei salvataggi in mare che della persecuzione dei migranti, dando il via libera a intercettazioni e utilizzo di agenti sotto copertura per impedirne l’arrivo e controllarli se nel Paese.

Il Manifesto è consultabile su: http://ioaccolgo.it/cosa-crediamo .

Simbolo della campagna è la coperta termica che viene data ai naufraghi salvati dalle navi delle ONG.

Il 20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato, insieme a Città Migrante e a tanti altri enti del territorio, abbiamo organizzato per le ore 20 presso la Stazione di Santa Croce, Via C. Manicardi, 1 (RE) la Proiezione del film “Paese Nostro” (Zalab), un film collettivo sull’accoglienza diffusa. La serata vedrà la presenza di Silvia Vesco, Ciac onlus di Parma e sarà un momento importante di riflessione su quelle che sono le politiche in tema di accoglienza e di immigrazione e come insieme costruire città accoglienti.

 

 

 

No Comments

Post A Comment