I Cantieri sportivi scendono in campo, L’esempio di “Fenulli e Dintorni”

23 Apr I Cantieri sportivi scendono in campo, L’esempio di “Fenulli e Dintorni”

 14463051_1755193574720503_2411791480079954510_n

Il 22 Dicembre 2017 giovani ed adolescenti del territorio reggiano si sono sfidati in un torneo di calcetto nella palestra della scuola secondaria di II grado Moro di RE.

L’evento, nato dalla collaborazione tra il Progetto Cantieri sportivi 2017-2018 e la direzione della palestra, ha permesso di condividere dinamiche e relazioni di squadre amatoriali provenienti da zone differenti della città, per un pomeriggio di sana competizione sportiva che ha visto protagonisti i Cantieri sportivi “Fenulli e dintorni”, “Mirandola e dintorni”, “Cantiere Zona Stazione”, “Cantiere Rosta” e “Cantiere Roncocesi”, in cui la Cooperativa Papa Giovanni XXIII° ha curato l’organizzazione complessiva e gli aspetti animativi, offrendo gratuitamente la coppa per la squadra vincitrice, un buffet , un arbitro professionista e un giovane Dj.

I Cantieri sportivi sono opportunità gratuite di conoscere e praticare discipline sportive (tradizionali e non) che da anni vengono finanziate dalla Fondazione per lo Sport, e prevedono la co-progettazione di associazioni educative e sportive.

Rivolti a ragazzi e ragazze dai 14 ai 20 anni, questi appuntamenti settimanali sono occasioni per conoscersi, entrare in relazione e mettersi alla prova attraverso lo sport ed il gioco, grazie anche alla professionalità di un educatore e di allenatore sportivo sempre presenti.

La partecipazione è libera e gratuita ed è possibile scegliere il luogo e l’attività preferita, perché di Cantieri ve ne sono diversi, in ben distribuite zone della città, ed ognuno ha le sue tematiche e le sue sfaccettature..

A quattro anni dalla sua nascita il Progetto si è plasmato sulle richieste del territorio, variegando proposte e tempi e modificando assetto e spazi in base alle zone scelte.

Veterano dell’esperienza è il Cantiere Fenulli, frutto dalla collaborazione tra la Cooperativa sociale Papa Giovanni XXIII e l’associazione sportiva Onde Chiare, nato appunto nel quartiere di via Fenulli, in zona Canalina… In realtà, quartiere Fenulli ma non solo. Perché fin da subito è risultato chiaro che i gusti sportivi dei ragazzi fossero quasi esclusivamente incentrati sul calcetto, ma che il parco I Platani risultasse poco idoneo ad accogliere partite o giochi sportivi. E così, come poi è divenuta consuetudine acquisita del Progetto, si è pensato ad un contesto accogliente in risposta alle concrete esigenze del luogo, spostando l’attività nella vicina palestra Airone, e, con l’arrivo della Primavera, nel campo da calcetto della parrocchia di Coviolo.

Dal 2014 il Cantiere ha ospitato circa 200 tra ragazzi e ragazze, offrendo momenti dedicati al Basket, alla Pallavolo ed al Rugby, e collocando educatori ed allenatori nei più vissuti spazi informali d’aggregazione giovanile: dal Parco delle Caprette al Campetto da Basket di via D. Fontana… Dal Parco i Platani ai campi da Calcio della scuola Santos, dalla parrocchia di Coviolo, ai campi di via Fratelli Rosselli… Sino alla Palestra S. Giovanni Bosco di via Bismantova, tutt’ora principale ospite dei Venerdì cantieristici.

Giovani ed adolescenti entrano ed escono dal Cantiere, si passano parola, si invitano e si conoscono durante una partita di calcetto. Alcuni giocano solo quel pomeriggio a settimana, altri avrebbero sempre voluto essere parte di una squadra e l’opportunità offerta diventa una preziosa occasione di riscatto e valorizzazione.

Anche perché gli educatori creano reti educative, sono attenti osservatori ed interlocutori col territorio e si aprono agli altri soggetti che lo abitano.. Accade così che alcuni giovani partecipanti, nell’anno 2015 , vengono tesserati da una società di Calcio a 5, grazie alla disponibilità dell’allenatore invitato alla Palestra… o che un ragazzo conosciuto e coinvolto nel 2014, diventi poi l’arbitro del Torneo alla palestra del Moro.

Lo sport come linguaggio per trasmettere il valore delle regole, l’importanza di un comportamento corretto, il senso della tenacia o la gestione del fallimento.

Lo sport come occasione di crescita e confronto con gli adulti ed i coetanei.

I Cantieri come privilegiato contesto per fare sport senza dover pagare, senza essere per forza quello bravo… I Cantieri creano opportunità… I Ragazzi, poi si sa, fanno il resto.

Claire Becchimanzi

Coordinatrice progetto NET

Area Sociale Cooperativa Papa Giovanni XXIII

 

 

 

 

No Comments

Post A Comment